News Ticker

I registri di morte di Merseyside, Magdeburgo e Lüneburg

Il Libro dei Morti in memoria alla storia Zeugnise imperiale: Fino alla fondazione del tempo "Monumentale Germaniae Historica" risale la storia di esplorazione del cosiddetto Libro dei Morti Merseburg. 1821 ha scritto negli archivi della Society for Older storia tedesca di classe Ludwig Hesse e il Codex 129 la Cattedrale Merseburg Biblioteca, preceduta in cui un calendario con le voci di nomi di santi defunti e feste del Sacramentario, che viene utilizzato da Merseyside Thietmar.

13 Anni dopo ha pubblicato i record di morte con osservazioni che identificano e ne ha fatto una dichiarazione, che sembra non hanno ancora perso la sua attualità storia della scienza: "Tra le fonti storiche del Medioevo e mantenere calendari Necrologien una posizione ottimale e facilmente guadagnare una maggiore attenzione, quanto si avvicinavano".


A Minden affari, Ernst Frederick Moyer trasse le sue conclusioni, e interamente dedicato a proseguire i suoi studi e le lore-Necrologien fürhrte prove di identificazione Hesse. L'ancora da utilizzare edizione del Necrologs Lüneburg, che in un manoscritto su pergamena dei primi 13. Secolo è stato, nella 2. Seconda guerra mondiale è in Bassa Sassonia Archivio di Stato di Hannover bruciato, risale ai primi giorni della “Monumentale Germaniae Historica”.

Nonostante la perdita della collezione manoscritto sono Edition Wedekind può essere visto chiaramente, ha stabilito che devono guardare in dettaglio il manoscritto originale. Libro Magdeburgo of the Dead è una restrizione del raggio ristretto di una chiesa, le loro famiglie ei loro sponsor assegnato, a causa del calendario delle festività del Codex è stato Bruxellensis 1814-1816 la pratica Magdeburg adattato. Nel cuore delle voci del calendario possono essere trovati per il periodo fino 1009 l'intero capitolo della cattedrale di Magdeburgo nuovo.

I nomi delle persone di Merseyside Necrologien, Magdeburgo e Lüneburg non sono solo una prova importante per la ricerca storica facoltà, ma anche per la Semiotica- e il nome del cosiddetto ricerca “Altsächsischen”. Come tali esse sono già di Erik Rooth, William Schlaug e altri considerati e incluso nel loro studio sono stati. Il registro fornisce nomi personali forniti lemmatizzata i linguisti e ricercatori in nome della riproduzione in facsimile del manoscritto prove verificabili.


Editore:

Gerd Althoff e Joachim Wollasch, Hahnsche bookshop, Hannover 1983 (Stampato con il sostegno della Deutsche Forschungsgemeinschaft e dalla Monaco di Baviera BSB Scarica purché)

Weblink:

Die digitalen Monumental Germaniae Historica (dMGH)

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Lüneburg - Blog - 02 Mare 2010

I commenti sono bloccati.